Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.986
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Decolla lo standard dei bilanci
di Giorgio Renghetenau
Il Sole 24 Ore
Mercoledì 6 giugno 2007

L'associazione Xbrl Italia ha ottenuto il riconoscimento ufficiale. L'omonimo consorzio internazione no profit, con sede a New York, che ha lanciato uno standard per la redazione dei bilanci societari, ha infatti comunicato l'accreditamento provvisorio della giurisdizione italiana, «con effetto dal 15 maggio 2007».
Secondo la procedura, per l'adesione definitiva il nostro Paese - come Francia, Svezia e Polonia - dovrà attendere ancora due anni.
L'annuncio segna un'accelerazione delle iniziative per la definizione delle tassonimie necessarie per la documentazione contabile. Un percorso che porterà la comunicazione finanziaria d'impresa a un linguaggio standard, comprensibile fra un Paese e l'altro, e all'eliminazione degli archivi su carta. Ottenuto il riconoscimento, l'associazione italiana potrà sottoporre le tassonomie al consorzio internazione per l'approvazione definitiva.
Lo standard Xbrl (eXtensible Business Reporting Language) - spiega il presidente dell'associazione italiana, Gianfranco Torriero - «aiuterà ad abbattere le barriere, sintattiche e semantiche, tra chi produce informazioni finanziarie (le imprese) e chi a vario titolo le consuma (le capogruppo, gli auditor, gli investitori, le banche, i media, le autorità pubbliche, le agenzie di rating)».
Un documento Xbrl è un file nel quale i dati sono etichettati con un codice che definisce il tipo di voce, tra quelle presenti nella tassonomia, e le dimensioni del dato: periodo, società, moneta di conto.
Il bilancio in formato elettronico contiene, invece, un unico blocco di informazioni testuali, numeriche e grafiche che può essere visualizzato, stampato, o modificato manualmente. Chi riceverà un file Xbrl potrà, invece, automaticamente analizzarlo, convalidarlo, elaborarlo, trasformarlo, archiviarlo.
L'accreditamento della giurisdizione italiana spiana inoltre la strada alle misure sulla semplificazione e l'accertamento fiscale varate lo scorso anno con la manovra "Visco-Bersani".
Il decreto legge 233/06 (articolo 37, commi 21, 21-bis, 22 e 23 legge 248/06) prevede infatti il deposito al Registro imprese degli atti societari - tra i quali i bilanci delle società di capitali - in formato elaborabile. La stessa procedura vale per le Camere di commercio che devono comunicare all'Anagrafe tributaria «i dati e le notizie contenuti nella domanda di iscrizione, variazione e cancellazione» al Registro.
I tempi per la prima scadenza, fissata al 31 marzo 2007, si sono però rivelati troppo stretti. E Xbrl Italia - associazione costituita lo scorso anno da Abi, Aiaf, Ania, Assonime, Banca d'Italia, Borsa Italiana, Confindustria, Consigli nazionali dei dottori commercialisti e ragionieri, Isvap, Organismo italiano di contabilità e Unioncamere - ha dovuto chiedere all'Agenzia delle Entrate la proroga di un anno. Il rinvio è arrivato a fine febbraio 2007 con il varo del decreto "mille proroghe".
Il decollo dello standard per il deposito dei bilanci diventerà dunque obbligatorio dal prossimo aprile. La sperimentazione è iniziata nel 2006 con i bilanci di 40 imprese depositati anche in formato Xbrl al Registro delle Camere di commercio. L'operazione si è estesa quest'anno a circa 2milae imprese.
L'attività dell'associazione - spiega ancora Torriero - si sta sviluppando su due fronti: da un lato il tavolo di lavoro sulle società «quotate/principi contabili internazionali»; dall'altro quello sulle «non quotate/principi contabili nazionali».
Il primo tavolo dovrà definire la tassonomia italiana delle imprese non finanziarie, secondo lo Iasc, in linea con le prescrizioni della Consob e le indicazioni Oic. Il secondo tavolo dovrà, invece, definire la tassonomia per le società di capitale (escluse quelle che applicano i principi Ias/Ifrs) per la redazione dei bilanci di esercizio e/o dei bilanci consolidati.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Come fanno le aziende a pagare meno tasse
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Necessarie competenze a tutto campo per far fronte alle...
Srl, raddoppiano i limiti per l'organo di controllo
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Crisi d'impresa, la riforma in 7 volumi
Indici della crisi derogabili con attestazione
Srl, in ordine sparso sui collegi
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Amministratori delegati della srl con obbligo di informativa...
Lo stage è sempre retribuito?
Licenziate i lecchini. I dirigenti competenti non hanno...
Come creare start up innovative
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Una spinta a Pir e venture capital
Lavoro e disabilità: guida pratica per l'azienda
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Sulle finanze ti aiuta il revisore
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Definita dal CNDCEC la metodologia comune per i...
Privacy, rischi da valutare subito
Bancarotta fraudolenta distrattiva per il pagamento del...
10 motivi per assumere un manager cinquantenne
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
Se le riunioni sono lunghe o inutili: così le aziende tagliano...
Tasso variabile, finita l'età dell'oro: dietro l'angolo la...
Bancarotta, estesa la non punibilità
Commercialisti, la svolta
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
La voglia di digitale fa ripartire investimenti e credito...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2019  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)